Salvo Messina

Salvo Messina

Giovedì, 05 August 2021 13:43

SAVE - Social Added Value of Employability

"Italia, Germania, Slovenia, Spagna e Francia uniscono le loro competenze nel progetto SAVE, partenariato strategico sostenuto dal programma Erasmus+. Il progetto ha l'obiettivo di progettare dei moduli formativi sui temi della cittadinanza globale e dell'inclusione sociale rivolti agli adulti con una bassa scolarizzazione. Per saperne di più sul progetto, visita il sito: https://bit.ly/3l9hqvr"

Giovedì, 08 July 2021 11:09

Inaugurazione corso Assistenti Familiari

 

Siamo felici di aver dato il via al corso per assistenti familiari, un lavoro che è quasi una missione, una figura che sa come gestire con professionalità e cura le persone fragili che più hanno bisogno della loro presenza.

In una società sempre più longeva che trova difficile gestire le persone più anziane, l’assistente sanitario, grazie a una formazione adeguata, svolge attività di assistenza alle persone non autosufficienti o in condizioni di disagio e trova ampio impiego nel settore ospedaliero e socio-assistenziale, sia pubblico che privato.

L’apertura del corso, finanziato da Ebit e dalla durata complessiva di 80 ore, è stata presenziata da Carla Fermariello, Assessore alle politiche sociali del Municipio Roma II, Salvatore Mannino, Vice Presidente dell’associazione Welcome con cui abbiamo dato vita a questo corso e il Presidente di Solco, Salvo Messina.

Grazie a tutti!

Di seguito alcune foto della giornata. Qui il video dell'evento.







12 giovani selezionati tra minori stranieri non accompagnati, ragazzi fuori dal ciclo scolastico o affidati ai servizi sociali, hanno concluso da qualche giorno il secondo corso di panettiere/pizzaiolo organizzato da Solco e dall'associazione “Rimettere le ali”.
Conclusa l'esperienza di formazione, 4 ragazzi hanno avuto la possibilità di effettuare un tirocinio presso alcuni panifici e altri esercenti hanno richiesto i loro curricula per possibili assunzioni. Un bilancio lusinghiero che mette le ali per sognare e realizzare un futuro, come il nome dell’associazione che li organizza “Rimettere le ali”.

Come Solco siamo contenti di avere sostenuto queste attività in uno spirito di collaborazione per un progetto di grande valore sociale.
L’Associazione Rimettere le Ali non ha scopo di lucro, esprime l’intento di salesiani e laici di realizzare un’esperienza di mutuo coinvolgimento e responsabilità condivisa nel servizio verso i giovani, specialmente i più poveri, espressa nel Progetto Educativo Pastorale del Borgo Ragazzi don Bosco, di cui l’Associazione è parte integrante e ispirata al Sistema Preventivo di don Bosco e svolge il suo lavoro nel contrasto all’emarginazione e disagio minorile, all’inclusione sociale di minori in difficoltà.
 
   

 

Nei giorni scorsi con le firme della Presidente del Municipio Roma II, Francesca Del Bello, e del Presidente della società Solco, Salvo Messina, è stato sottoscritto un accordo quadro per la promozione nel territorio del Municipio di interventi di sviluppo da rivolgere alle aziende e ai giovani.

In concreto, l’accordo prevede la possibilità di immaginare programmi da rivolgere in particolare alle famiglie e delle fasce più fragili, l’analisi della domanda di occupazione che può essere espressa dalle famiglie, dalle imprese locali e dalla valorizzazione delle risorse ambientali e l’organizzazione di interventi di orientamento, formazione e politiche attive capaci di dare risposte a tale domanda.

L’accordo quadro, che non implica alcun impegno economico da parte del Municipio, consente la possibilità di sperimentare un approccio integrato nell’utilizzazione dei diversi strumenti delle politiche del lavoro.

 

Nel 1992 l'associazione ha inserito la prima persona con sindrome di Down in un luogo di lavoro.

Oggi i lavoratori a tempo indeterminato della rete AIPD sono 175

Alcuni di loro sono ritratti nelle figurine dell'album dei "campioni": per completarlo, AIPD si rivolge a privati e aziende.

Perché la storia continui...

Roma, 29 aprile 2021"Ce l'ho, ce l'ho, mi manca". Tanti sono i lavoratori con sindrome di Down che, grazie ad AIPD, un lavoro lo hanno. A molti però ancora manca: soprattutto a questi è dedicato l'Album dei lavoratori 1992-2020, che AIPD lancia in occasione del Primo Maggio. Era il 1992, infatti, quando l'associazione inserì la prima persona con sindrome di Down in un luogo di lavoro. Oggi i lavoratori con contratto a tempo indeterminato della rete AIPD sono 175 (tanti altri hanno contratti a tempo determinato o di tirocinio): nove di questi "campioni" sono ritratti nelle figurine dell'album, dove però molti spazi sono ancora vuoti. Per questo AIPD si rivolge a privati e aziende: "Vuoi aiutarci a riempirli?".

Il gioco è semplice, proprio come uno scambio di figurine tra bambini: cliccando sullo spazio vuoto, è possibile selezionare la voce "azienda" o "privato": nel primo caso, "compila il form e ti aiuteremo a trovare la persona giusta, a formarla e ad inserirla nel suo futuro luogo di lavoro". Chiunque, invece, può sostenere i progetti d'inclusione lavorativa di AIPD facendo una donazione online attraverso la pagina dedicata.

Chi sono i nove "campioni"... Le figurine già contenute nell'album sono invece la prova che lavorare è bello e possibile, per le persone con sindrome di Down: sul retro di ciascuna fotografia appare infatti non solo il nome, la sezione AIPD e l'azienda di riferimento, ma anche una breve testimonianza del lavoratore raffigurato. "Mi trovo molto bene con tutti i miei colleghi, il direttore e i manager. Il mio lavoro lo faccio bene, per me è molto importante. Ci vado molto volentieri", assicura Italo Maddalena, addetto sala presso Mc Donald's di Roma. "Io ho realizzato il mio sogno: lavoro!", esulta Andrea Oggiano, addetto mensa presso DSU università di Pisa. "Lavorare in Parafarmacia mi piace tanto perché mi permette di vedere tanta gente e farmi conoscere. Io dico che questo è il mio regno!", assicura Alessandra Cappello, commessa presso la Parafarmacia Partigiani in Puglia.

... e i 175 lavoratori AIPD a tempo indeterminato. A un anno dal trentennale, AIPD si pone quindi l'obiettivo di "completare" l'album, arricchendo da un lato la squadra dei lavoratori con sindrome di Down, dall'altro le aziende che vorranno giovarsi del loro contributo. E per dimostrare che l'impresa è bella è possibile, pubblica l'elenco degli assunti a tempo indeterminato nella rete Aipd, insieme all'indicazione delle principali aziende con cui AIPD ha collaborato.

#IwantWork: l'appello della rete europea Valueable. Non solo Italia: per il 1 maggio, anche la rete europea per l'inclusione lavorativa delle persone con disabilità intellettiva, ValueAble, di cui AIPD è capofila, lancia lo slogan, l'hashtag e l'appello "Io voglio lavorare": un appello che suona particolarmente forte, nel momento in cui il mondo intero da più di un anno si è fermato e tanti lavoratori sono in difficoltà. E proprio per questo la campagna lanciata dalla rete, cui aderiscono sei Paesi europei, assume oggi un significato e un valore particolare: ha il compito di far sentire con forza la voce di queste persone, per le quali il lavoro è anche inclusione sociale e autonomia. Possono partecipare tutte le persone con Sindrome di Down o disabilità intellettiva che lavorano e/o che cercano lavoro.

Bollino blu per Solco: abbiamo ottenuto il punteggio massimo di ⭐️⭐️⭐️ nel Rating di Legalità dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Il riconoscimento ha l’obiettivo di promuovere comportamenti etici in ambito aziendale ed è indicativo del rispetto della legalità da parte delle imprese che lo ottengono.

Noi di Solco ci impegniamo ogni giorno per fare della correttezza e della qualità i nostri valori chiave e siamo fieri di essere tra le 56 aziende italiane ad aver ottenuto questo riconoscimento.

MPHIM+ è un business intelligence software che ti aiuta nella gestione della tua azienda attraverso strumenti di progettazione, marketing, analisi predittive e simulazioni strategiche.

Ascolta la sua testimonianza per conoscere i vantaggi principali che ha riscontrato nell’utilizzo del software e in che modo questo strumento ha reso la sua impresa più competitiva.

Scrivici e ti metteremo subito in contatto con i nostri esperti per saperne di più.

Clicca per vedere la testimonianza di Roberto De March

E' un software di business intelligence che racchiude in un unico programma strumenti di controllo di gestione, marketing, pianificazione economico-finanziaria e scelte strategiche.
Attraverso un team di esperti, Solco è pronto ad offrirti la consulenza e l’assistenza per la completa digitalizzazione dell'impresa e l'adeguamento alle normative.
La tua azienda è iscritta a Ebit Lazio? Allora per te la soluzione MPHIM+ è gratuita, scopri di seguito tutti i vantaggi.

NB. Il software è di supporto all'adeguamento degli assetti organizzativi ai sensi dell'art. 2086 del codice civile, obbligatori per l'imprenditore che opera in forma societaria dal 16 marzo 2019.

 

 

Giovedì, 28 January 2021 16:49

Al via la nuova edizione di SELFIEmployment

A decorrere dal 22 febbraio 2021 è operativo il nuovo SELFIEmployment, con condizioni di accesso e di erogazione dei finanziamenti più vantaggiosi rispetto alla precedente edizione.

Com'è noto, SELFIEmployment è un fondo di micro-finanziamenti per la creazione e l'avvio di attività imprenditoriali, che concede prestiti senza interessi e senza necessità di garanzie reali o personali: include quindi anche chi non può accedere ai finanziamenti tradizionali. Dopo aver ricevuto il finanziamento, un tutor affianca le persone nella presentazione della domanda.

L'attuale progetto finanzia con prestiti a tasso zero fino ad € 50.000 l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali promosse non solo da NEET, ma anche da donne inattive e disoccupati di lungo periodo, con una forte attitudine al lavoro autonomo e all'imprenditorialità e che hanno voglia di mettersi in gioco.

Possono chiedere i finanziamenti anche imprese individuali, società di persone, società cooperative/cooperative sociali, associazioni professionali e società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda.

Il progetto finanzia iniziative su tutto il territorio nazionale. L'incentivo è gestito da Invitalia nell'ambito del programma Garanzia Giovani.

Sarà possibile presentare la domanda dalle ore 12 del 22 febbraio 2021, esclusivamente online, sulla piattaforma informatica di Invitalia.

Sempre in essere la collaborazione avviata nel 2018 tra AIPD Nazionale e la Solco srl, società che si occupa di formazione, consulenza e mercato del lavoro, operando in particolare nel territorio della Regione Lazio e in Sicilia. Solco supporta le azioni a sostegno del l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down promosse da AIPD, attraverso:

  • promozione dell’associazione verso le imprese;
  • consulenza per l’attivazione di tirocini, avviamenti al lavoro, etc.;
  • condivisione di approcci e metodologie nell’inserimento nel contesto lavorativo.

Le sedi AIPD che vogliono un supporto concreto per l’attivazione di progetti di inserimento possono contattare la società presso i loro uffici a Roma e a Palermo.

Si consiglia preventivamente di segnalare alla Responsabile dell’Osservatorio sul Mondo del Lavoro (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )il proprio interesse in merito, in modo da ricevere il contatto del referente Solco sul territorio e permetterle di anticipare allo stesso che sarà effettuata una richiesta da una sede AIPD.

logo aipd

 

L’Osservatorio sul Mondo del Lavoro a sostegno dell’inserimento lavorativo delle persone con la sindrome di Down

Nato alla fine degli anni 90’, il Servizio offre alle persone con la sindrome di Down, alle loro famiglie e alle aziende un sostegno concreto per realizzare esperienze di inserimento lavorativo di successo. Ad oggi la Associazione Italiana Persone Down Onlus - AIPD Onlus (www.aipd.it ) è presente in 55 città italiane ed è sempre più attiva nell’avviare esperienze di inserimento presso di queste.

Sono 212 i giovani con sindrome di Down ad oggi assunti con regolare contratto e 124 quelli che, nell’ultimo anno, si sono formati attraverso esperienze di tirocinio su tutto il territorio nazionale. Tra i luoghi di lavoro bar, pub, ristoranti, mense, supermercati, gelaterie, fast food, hotel, librerie, enti pubblici (scuole, ospedali, comuni…), fabbriche, farmacie, parrucchieri, saloni di bellezza, uffici, case di riposo, ottiche, aeroporti, negozi di abbigliamento, banche.

Alle aziende interessate ad avviare progetti, il Servizio offre:

- Informazione e formazione sul tema, in presenza e a distanza
- Accompagnamento nella fase di valutazione e selezione dei/l candidati/o e costruzione del progetto di inserimento lavorativo
- Accompagnamento nella definizione del rapporto di lavoro (formalità burocratiche e modalità di inserimento)
- Tutoraggio nei primi mesi (presenza di un operatore sul posto di lavoro, servizio a carico di AIPD)
- Monitoraggio del servizio nei primi anni e disponibilità a consulenze senza limiti di tempo.

Una lavoratrice dice:
“So che il lavoro è una cosa molto seria, sono molto puntuale, mi sveglio presto la mattina, sono sempre pulita, sono molto pronta a dedicare me stessa. Questo lavoro mi è proprio entrato dentro”.

Immagine1

Per saperne di più sul progetto leggi l'articolo sul sito AIPD

Per maggiori informazioni:
AIPD Nazionale
Monica Berarducci
Responsabile Osservatorio sul Mondo del Lavoro
06 3723909 - 351 7308112
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina 1 di 3

Questo sito utilizza i cookie tecnici per il proprio corretto funzionamento e cookie di terze parti per l'implementazione di alcune funzionalità esterne (ad es. Google Analytics). Navigando le pagine del sito o cliccando su 'OK' acconsenti all'impiego dei cookie.

Informativa completa